Google+ Rimedi naturali salute: Cambiano il giuramento dei medici

15/03/16

Cambiano il giuramento dei medici

Cambia il giuramento di Ippocrate che facevano i medici al momento della laurea

Giuramento dei medici

Ogni medico, prima di entrare a far parte della "famiglia" di chi dice di voler curare i malati, deve giurare sulla sua condotta etica (comunemente chiamato giuramento di Ippocrate) che delinei i comportamenti che il medico giura di mantenere nei rispetti dei malati... ma ora lo cambieranno...


Giuramento di Ippocrate 


Ippocrate di Cos, fu un medico, un geografo e aforista greco antico (460 a.C- 377 a.C.), viene considerato il padre della medicina moderna, poiché rivoluzionò i concetti della medicina tradizionalmente praticata da "guaritori" erranti e che spesso usavano più rimedi "magici" che pratici. 

In particolare, ebbe il merito di far avanzare lo studio sistematico della medicina clinica, riassumendo le conoscenze mediche delle scuole precedenti, e di descrivere le pratiche per i medici attraverso il Corpus Hippocraticum e altre opere.

Nonostante venga quasai riconosciuto come un "dio della medicina" aveva i suoi limiti dell'epoca legati a quelli delle conoscenze del periodo in cui visse ma almeno cercò di fare del suo meglio per sviluppare e coordinare le conoscenze relative alla cura dei malati in una epoca in cui molti si inventavano come guaritori e medici (a pagamento).

Ebbene, BioEdge, giornale di informazione medica, informa che è ora di revisionare ed aggiornare il giuramento che ogni medico è chiamato a declamare prima che venga effettivamente e definitivamente accettato come medico dalla società... di seguito il link della notizia:


Il giuramento di Ippocrate dovrebbe essere ribatezzato "Dichiarazione di Ginevra", poiché venne elaborato 67 anni fa, come risposta alle atrocità commesse dai medici nazisti prima e durante la seconda guerra mondiale. Da allora in poi non è stato mai sostanzialmente modificato.

Il giuramento originale usato fino ad oggi è quello che riporto di seguito:

"Mi impegno solennemente a consacrare la mia vita al servizio dell’umanità;

 Darò ai miei insegnanti il rispetto e la gratitudine che è loro dovuto;

 Praticherò la mia professione con coscienza e dignità;

 La salute del mio paziente sarà la mia prima considerazione;

 Rispetterò i segreti che mi sono confidati, anche dopo che il paziente    morisse;

 Manterrò alta, con tutti i mezzi in mio potere, l’onore e la nobile tradizione della professione medica;

 I miei colleghi saranno i miei fratelli e sorelle;

 Io non permetterò che considerazioni di età, malattia o disabilità, religione, origine etnica, sesso, nazionalità, appartenenza politica, razza, orientamento sessuale, condizione sociale o qualsiasi altro fattore possa frapporsi tra il mio dovere e il mio paziente;

 Manterrò il massimo rispetto per la vita umana;

 Non userò mai le mie conoscenze mediche per violare i diritti umani e le libertà civili, anche sotto minaccia;

 Faccio queste promesse solennemente, liberamente e sul mio onore."

Ora, tenendo conto di tutte le cavolate che dottori e soprattutto chi insegna a questi hanno fatto, nascondendo importanti informazioni utili ad evitare pericoli relativamente la vita dei pazienti, il fatto che siano stati e vengano spesso somministrati medicinali più per un ritorno economico da parte sia dei dottori che delle industrie farmaceutiche, che per il bene del paziente e quindi del malato, mi portano a pensare che vogliano solo alleggerirsi la coscienza, rendendo meno onorevole un giuramento che ormai non rispetta più nessuno.

Vedremo come verrà modificato e se si saprà esattamente o come al solito sarà necessario fare un lavoro da CIA per scoprire informazioni che dovrebbero essere pubbliche e facilmente leggibili.