Google+ Rimedi naturali salute: Neonata nutrita con latte di mandorla si ammala di scrobuto

26/01/16

Neonata nutrita con latte di mandorla si ammala di scrobuto

Pediatra vegano rischia vita neonata 11 mesi

Salute dei bambini 


Un nuovo caso inerente le considerazioni vegane, ma di stampo medico,  che hanno rischiato di far morire un bambino per denutrizione e gravi problemi di scorbuto.


Le cavolate vegane


Zona Valencia, una coppia ha costretto il proprio neonato di 11 mesi, convinti da un pediatra imbecille probabilmente vegano, a nutrirsi con latte di mandorle sostituendo il latte materno e anche quello artificiale, portando la salute del bimbo fino al limite e causando un caso di scorbuto grave.

A ribadire che il latte di mandorle, così come altri finti latte di altra origine (soia, riso, eccetera), non possano assolutamente sostituire il latte materno o di mucca, è l'Università La Fe di Valencia che ha dovuto affrontare questo caso quando il bimbo si è ammalato, dimostrando un forte problema di infiammazione alla pelle.

Cos'è lo scorbuto


Lo scorbuto è una malattia causata da una forte carenza di vitamina C, fondamentale non solo per mantenere la salute dei tessuti connettivi e della pelle in primis, ma anche per favorire le normali funzioni organiche del corpo. Solitamente nell'antichità, era una malattia che riguardava i marinai, poiché passando molto tempo in alto mare non avevano occasioni di cibarsi di alimenti freschi che contenessero questa importante vitamina. 

Il caso in esame, è stato riportato anche in un articolo del ricercatore Isidro Vitoria sulla rivista in lingua inglese "Pediatrics": i genitori della neonata hanno sostituito il latte artificiale, su consiglio del pediatra, con latte di mandorle, sesamo, polvere di riso integrale e altri probiotici.

Il dottore, poiché di stampo imbecille a carattere vegano dimostra che le direttive facili di certi soggetti con ideologie vegano-vegetariane, devono stare distanti dalla cura di chi è appena venuto al mondo e ha bisogno di cure reali e ragionevoli.

Non seguite idee o linee guida vegane o rischiereste la vita e la salute di vostro figlio.

Fonte: