Google+ Rimedi naturali salute: OMS e una bottiglia di vino al giorno

14/12/15

OMS e una bottiglia di vino al giorno

OMS quantità di vino rosso da assumere al giorno
OMS bottiglia di vino rosso
Per l'OMS, da una ricerca recente, farebbe più male essere astemi che bere una intera bottiglia di vino rosso al giorno.


Ricerca OMS astemi malati


Ho sempre avuto molte remore sul fatto di dare troppa fiducia a istituzioni "riconosciute" o istituzionali, per dare una direzione alla mia vita, ma negli ultimi anni, ogni tanto, qualche istituzione importante, in questo caso l'OMS, mi da sempre nuovi dubbi a cui aggrapparmi.

Da un recente studio dell'OMS, sembrerebbe che farebbe peggio alla salute non bere nemmeno un bicchiere al giorno di vino , piuttosto che bere una intera bottiglia di vino rosso tutti i giorni. Lo studio di cui parlo, è riportato dal Daily Mail e risale al 2014.

Lo studio citato dall'OMS afferma che faccia male superare la soglia di 13 unità (bicchieri) di vino al giorno, in pratica una bottiglia e mezza circa (una bottiglia di vino rosso contiene 10 unità ). 

Ma afferma anche che, secondo il dottor Poikolainen , il quale ha analizzato decenni di ricerche effettuate sugli effetti che l'alcol ha sul corpo umano, essere totalmente astemi faccia molto più male.

Ovviamente, anche se l'OMS ha dato voce a tale ricerca, essa non è ancora totalmente accettata dalla comunità scientifica, poiché molti definiscono l'alcol una tossina e che i rischi possono, da quanto sappiamo con certezza oggi, superare i benefici dell'assunzione anche moderata.

Sinceramente, tutte queste teorie e supposizioni, anche se in parte a volte accettate o accertare, almeno a detta degli "scienziati", spesso fanno pensare (almeno chi  ne è in grado) sull'equilibrio mentale dei ricercatori.... Una cosa che una volta era salvifica o salutare , oggi è demonizzata e viceversa. 

Ci sarà mai qualcuno che con assoluta certezza possa affermare qualcosa di utile sulla salute? Veronesi , celebre oncologo italiano vegetariano, ha negli ultimi tempi addirittura affermato come le polveri sottili dei PM10, prodotti dall'inquinamento delle auto e delle combustioni dei riscaldamenti, come non pericolose se confrontate agli effetti "nefasti" insiti nell'uso del basilico, e di altre piante di uso comune da millenni!!!

Sto seriamente pensando che il mio pensiero, che asserisce che la natura ha sempre ragione così come l'esperienza personale, sia superiore anche ad ogni altra comunità scientifica o organizzazione mondiale del vattelapesca....