Google+ Rimedi naturali salute: Gola irritata rimedi naturali

06/11/15

Gola irritata rimedi naturali

Curare mal di gola

Curare mal di gola

La gola irritata, il mal di gola, è uno dei primi segnali che ci avvisano del fatto che ci siamo scoperti troppo o che il nostro sistema immunitario è indebolito, così ecco alcuni sistemi per coprire le nostre difese con i rimedi naturali.


Bronchi tosse gola rimedi


Si comincia sempre con un pizzicore alla gola poi arriva il peggio, anche in primavera le infiammazioni delle prime vie aeree sono spesso un regalo sgradito derivato dal cambio di stagione. 

Per trovare giovamento, sin dai primi sintomi, potete affidarvi alle virtù del pino, dai suoi aghi infatti si ottiene un olio essenziale medicamentoso efficace scudo contro mal di gola, i problemi ai bronchi e ai polmoni.

Un primo importante accorgimento per evitare infiammazioni ai danni di gola e ai bronchi è quello di pulire l'aria che respiriamo, è lì infatti che i batteri si annidano e scatenano in caso di debolezza immunitaria, riniti, tracheiti e laringiti. 

Ecco dunque una prima applicazione dell'olio essenziale di pino, capace di disinfettare l'ambiente e, al tempo stesso, di mantenere attivo il nostro sistema immunitario di difesa. 

Come proteggersi dal mal di gola


Basta mettere 10 gocce di olio di pino in un brucia essenze o in un diffusore, oppure aggiungerle al deumidificatore del calorifero.

Se trascorrete la maggior parte del vostro tempo fuori casa potete anche portarlo con voi per annusarlo ogni tanto, magari sparso su un fazzoletto, così che le proprietà antibiotiche dell'olio essenziale di pino possano agire di riflesso sul vostro organismo attivandolo perché sia pronto a combattere le aggressioni batteriche e virali, dopotutto questo olio essenziale tiene lontano anche le tossine che possono irritare le prime vie aeree.

Come usare olio essenziale pino 


Se sentite la gola che si sta arrossando, se sono comparsi i primi starnuti o colpi di tosse ecco cosa potete fare:

Dal pino si ottiene una tintura madre che conserva le proprietà balsamiche, antinfiammatorie e antisettiche della pianta, utile per il benessere di naso e gola può essere assunta come decongestionante delle prime vie aeree, mettendo 20 gocce in acqua, da assumere a pranzo e a cena.

Oppure l'olio essenziale di ottima qualità e preparato per uso interno, prendendone 3 gocce diluite in mezzo bicchiere di acqua tre volte al giorno (attenzione: l'olio essenziale non è una essenza, sono due cose differenti comunque assicuratevi che sulla confezione ci sia scritto che si può usare anche per uso interno altrimenti non prendetelo perché potreste arrecare dei danni al vostro organismo). 

L'olio essenziale può essere anche usato per fare dei suffumigi in caso di naso chiuso o per aiutare i bronchi a respirare meglio, in questo caso si useranno 5 gocce di olio essenziale di pino in una bacinella di acqua bollente.

Nel caso le tonsille dovessero ingrossarsi, essendo dei filtri che puliscono l'aria che respiriamo dai batteri e dalle sostanze inquinanti che potrebbero arrecarci danno, potremmo prendere un preparato omeopatico che si chiama Batyta carbonica, un rimedio adatto soprattutto se la gola si arrossa molto spesso e le tonsille si infiammano di frequente: è adatto anche in presenza di ghiandole ingrossate e tendenza alla suppurazione, si assume alla 9 CH, 5 granuli una volta al giorno.

Se trascurate il raffreddore e questo si trasforma in sinusite o provoca l'ingrossamento e l'infiammazione delle adenoidi, potete ricorrere ai gargarismi fatti con decotto di mirtilli, che disinfiammano il tessuto linfatico delle adenoidi.

Versate 5 cucchiaini di mirtilli essiccati (non quelli dolcificati ma quelli naturali) in mezzo litro di acqua fredda, fate poi bollire per 10 minuti e, una volta filtrato il tutto, utilizzate il liquido per  i risciacqui di gola.