Google+ Rimedi naturali salute: Come curare il mal di denti

27/11/15

Come curare il mal di denti

Come curare il mal di denti

Come curare il mal di denti

Le soluzioni omeopatiche che servono nei casi di nevralgie e mal di denti, i granuli che aiutano a superare il dolore.


Mal di denti nevralgie rimedi


Quello che definiamo come mal di denti è, nella maggior parte dei casi, un processo infiammatorio che interessa la polpa dentaria, ovvero la parte pi interna del dente, ricca di terminazioni nervose, piccoli vasi sanguigni e odontoblasti, cioè le cellule che hanno il compito di produrre dentina, lo smalto protettivo dei denti. 

I sintomi di questa infiammazione, causata molto spesso da una carie, sono un dolore molto intenso che può essere di natura pulsante o acuto, persistente o intermittente. 

Ovviamente per risolvere il problema è necessario rimuovere la causa che determina l'infiammazione, ad esempio curare la carie, ma è possibile ricorrere ad alcuni rimedi naturali per calmare il dolore, nonostante esistano degli studi sulla interazione alimentare di certi prodotti edibili e la salute dei denti, o il fatto che determinate sostanze, se assunte in certe dosi, possano arrecare un atto guaritore a chi è affetto da problemi di denti ma non conosco la statistica o gli effetti quindi non lo riporterò.

Quali rimedi omeopatici contro mal di denti


Per togliere l'infiammazione e placare il dolore ai denti, si può ricorrere, in attesa di andare dal dentista, all'omeopatia. Importante è osservare la natura del dolore che è determinato dal tipo di infiammazione, poiché questo condiziona la scelta del medico. Ecco i granuli in caso di pulpite e mal di denti:

- Aconitum: quando il mal di denti compare dopo esposizione al freddo e peggiora di notte;

- Belladonna: per il mal di denti di carattere pulsante e associato a febbre (ascessi);

- Arsenicum album: per il dolore bruciante, migliorato dall'applicazione locale di calore;

- Coffea tosta: dolore migliorato dal contatto con l'acqua fredda;

- Chamomilla: dolore peggiorato dal calore ma non migliorato dal freddo.

I rimedi della nonna

Ci sono rimedi della tradizione che sfruttano le proprietà curative di piante ed erbe che si trovano comunemente in casa, ad esempio, per tamponare un mal di denti improvviso, mettete un chiodo di garofano sul dente sofferente: la saliva e il calore della bocca ne estrarranno le proprietà curative che agiranno localmente. 

La salvia è una pianta dalle proprietà antinfiammatorie utili in caso di ascessi, mal di denti e gengiviti: una foglia fresca messa sul punto dolente darà sollievo in breve tempo altrimenti potete fare dei risciacqui lenitivi con alcune foglie di salvia lasciate 10 minuti in infusione in acqua bollente. Una volta raffreddata l'acqua si filtrerà e si userà per i risciacqui, per un paio di minuti ogni volta. 

Curare dolore trigemino

L'infiammazione del trigemino, uno dei nervi cranici responsabile anche della funzione masticatoria, dà luogo a dolori lancinanti se infiammato: se sono seguiti da formicolio e perdita di sensibilità nella zona, si dirigono dall'alto verso il basso e migliorano masticando, il rimedio giusto è Kalmia latifolia 7 CH (5 granuli tre volte al giorno), Spigelia anthelmia 7 CH (stessa dose) è specifico per la nevralgia della parte sinistra, che in genere peggiora dopo aver masticato e con il movimento.