Google+ Rimedi naturali salute: Vermi intestinali e bambini

15/08/14

Vermi intestinali e bambini

Curare i vermi e i parassiti intestinali nei bambini
Vermi intestinali bambini rimedi
Come sanno bene le mamme, i vermi intestinali sono ancora tra noi: oltre che con i farmaci si possono combattere efficacemente con alcune piante tradizionali.


Bambini problemi vermi intestinali

L'erboristeria popolare ha individuato diverse piante dotate di una azione specifica contro le infezioni intestinali e anche contro i vermi la cui infestazione colpisce soprattutto i bambini (anche se pure gli adulti ne soffrano), ma anche persone di ritorno da località esotiche e pazienti con depressione del sistema immunitario.

Il problema inerente ai vermi intestinali, endemico in passato, è ancora presente in Italia e in alcune comunità infantili può arrivare a riguardare il 20% dei bambini. La farmacologia moderna ha elaborato farmaci efficaci, sebbene non privi di tossicità in età pediatrica, è importante, inoltre, evitare le recidive, piuttosto frequenti, proprio per questo i rimedi popolari sono tornati d'attualità. 

E' fondamentale infatti creare un ambiente intestinale sgradito ai vermi ostacolandone il ciclo vitale, ma vediamo quali sono questi rimedi naturali contro i vermi intestinali.

Semi di zucca e vermi intestinali


In primis aglio, assenzio e semi di zucca: questi ultimi contengono curcubina, una sostanza che da un lato impedisce l'insediamento dei vermi nell'intestino e dall'altro ne favorisce l'espulsione nelle feci. Per altro i semi di zucca favoriscono la funzionalità dell'apparato digerente, particolare non irrilevante: i semi di zucca presentano una tossicità pari a zero e possono essere tranquillamente utilizzati nei bambini più piccoli o nelle persone immunodepresse.

Mirra riduce sintomi vermi intestinalli


L'esperienza clinica segnala anche l'efficacia degli estratti di mirra e di curcuma longa per curare i vermi dell'intestino: la mirra concorre a creare un ambiente ostile ai vermi intestinali e stimola il sistema immunitario a reagire contro questi parassiti, è noto che gli estratti di questa pianta riducono la sintomatologia in pochi giorni con grandi benefici per il bambino. In particolare, si allevia il prurito anale, il dolore addominale, l'irrequietezza, lo scarso appetito e la facile stancabilità.

Proteggere il fegato con la curcuma

Anche la curcuma, grazie alla presenza di curcuminoidi, favorisce una naturale eliminazione dei vermi e presenta un ulteriore vantaggio: è dotata di una ben nota funzione epatoprotettiva, cioè mette al riparo il fegato dall'eventuale migrazione dei parassiti. Punto di forza di tutte queste piante è che sono tossiche per i vermi, ma non per l'uomo, e la fitoterapia moderna se n'è accorta mettendo a punto integratori che uniscono gli estratti di più vegetali per attaccare i vermi su più versanti, sfruttandone l'azione sinergica, il tutto senza effetti collaterali.

Una volta si parlava di vermifughi: qualsiasi antico trattato di medicina esponeva i suoi rimedi in gran parte composti di polveri, tinture e preparati vegetali, un sapere che è stato almeno in parte recuperato, anche grazie a metodi più efficienti di estrazione dei principi attivi e per un motivo validissimo. 

La scarsa tossicità di alcuni estratti si rivela utilissima perché a volte può essere necessario trattare donne in gravidanza che non possono assumere farmaci o, più spesso, instaurare una profilassi nei bambini piccoli. Le recidive infatti sono frequenti quando si tratta di vermi intestinali, ma le erbe spezzano la catena vitale di questi parassiti.