Google+ Rimedi naturali salute: Stampanti inquinanti

13/05/14

Stampanti inquinanti

Polveri sottili e cancro da stampante
Stampanti inquinamento da ufficio

Quanti di voi non hanno a casa o a lavoro delle stampanti per computer o non sono obbligati per lavoro a usarne almeno una? Bene sappiate che quando le usate, ma anche quando sono spente, queste macchine rilasciano veleni nell'aria che voi respirate, ma vediamo quali sono e quali effetti hanno sulla salute.


Veleni da stampante


Stirolo, benzolo, composti organici (TVOC, polveri sottili, sono tutte sostanze invisibili ma altamente inquinanti oltre che velenose, che le stampanti che usate a lavoro o a casa rilasciano nell'ambiente senza che ve ne accorgiate, facendovi ammalare di tumore e cancro, come ben sanno i tecnici dell'assistenza (per le imprese) per le stampanti, i quali sono costretti a respirare queste sostanze velenose ogni giorno, anche per via di una legislazione inefficiente in Italia. Ma quali sono queste sostanze che le stampanti rilasciano e quali effetti hanno sulla nostra salute? Vediamolo.

Stirolo
Emana un odore dolce, è leggermente infiammabile e dannoso per la salute, quando questo idrocarburo, insaturo e aromatico viene inspirato, può epositarsi nel fegato, nei reni, nel cervello e nel tessuto adiposo. Effetti: stanchezza, nausea, vertigini, cefalee.

Benzolo
Liquido incolore, trasparente, evapora in presenza di calore elevato, chi inspira un elevato quantitativo di benzolo, come gli addetti alla manutenzione alle stampanti per le aziende o chi usa le stampanti a casa spesso, è esposto a rischi per la salute. Questo composto chimico è cancerogeno e può provocare la leucemia.

TVOC
"Total Volatile Organic Compound" ecco cosa indica la sigla abbreviativa di queste sostanze volatili dannose delle stampanti: indica composti organici volatili, presenti in numerosi solventi, come terpeni, chetoni ed esteri. Queste sostanze penetrano nel corpo attraverso le vie respiratorie e l'epidermide. Effetti sulla salute: predisposizione alle infezioni, cefalee e lesioni agli occhi, al naso e alla faringe.

Polveri ultrafini
Le stampanti laser producono anche polveri ultrafini che si depositano nei polmoni e che, nel peggiore dei casi, possono provocare il cancro.

Come vedere, se l'uso di stampanti sia ormai necessario a lavoro, è vero anche che, se non è presente una vera  epropria necessità di avere una stampante a casa, è molto meglio non possederne una da tenere in un ambiente casalingo, si eviteranno così molti problemi creati da inquinamento da polveri sottili all'interno della propria abitazione, cosa sconsigliatissima, poi, quella di possedere una stampante nella propria camera da letto.

Come fare per contrastare per quanto possibile i rischi da inquinamento da sostanze volatili da stampanti? Le uniche cose che anche il Ministero della Salute afferma, è che sia necessario non sostare nella stessa stanza dove sia posizionata o tanto meno usata una stampante, che l'ambiente sia arieggiato e che, nel caso specifico dei tecnici addetti alla manutenzione di stampanti, essi debbano indossare la mascherina durante le operazioni di pulizia e ripristino, tenendo la finestra aperta. Spero che queste informazioni vi possano essere utili, nel frattempo vi auguro tanta salute.