Google+ Rimedi naturali salute: Il mondo del Tè

14/03/14

Il mondo del Tè

I tè famosi usi e proprietà
Differenti Tè 

Di Tè ne esistono differenti colori, ciascuno con il suo gusto e le sue proprietà, berlo è sempre una piacevole esperienza che aiuta, al contempo, a rilassarci assumendo i suoi principi attivi salutari.


Proprietà del Tè


Un antico detto cinese dice: "meglio rimanere senza cibo per tre giorni, che senza tè anche per uno solo". Utilizzato da millenni dalla medicina orientale come antinfiammatorio del cavo orale, stimolante, diuretico e astringente intestinale, si ritrovano tracce dell'uso del tè in uno dei testi medici più antichi al mondo, il Pent-Sao, che risale al 2700 a.C. Il tè è stato fatto oggetto di studi approfonditi, per le sue innumerevoli proprietà; la Camelia sinensis, o albero del tè, è un sempreverde appartenente alla famiglia delle Teacee, originario dall'Asia, soprattutto Birmania, Cina, Sri Lanka, India e Giappone, che allo stato spontaneo può raggiungere i 10 metri di altezza. In realtà, nelle coltivazioni, le piante di tè vengono potate e mantenute a una altezza media di un metro, allo scopo di favorire la raccolta delle foglie. In primavera la pianta viene vivacizzata da numerosi fiorellini bianchi, dai quali poi origina il frutto, una capsula contenente alcuni semi oleosi.

Dal tè scaturiscono 4 effetti molto importanti: il tè grazie i suoi polifenoli, è utile per potenziare la capacità dell'organismo nel neutralizzare i radicali liberi, contrastandone i pericolosi effetti per la salute; possiede una azione "brucia grassi" grazie alle metilxantine, che stimolano il metabolismo di base dell'organismo favorendo la riduzione dei grassi e il miglioramento della circolazione sanguigna; grazie al suo contenuto di caffeina e teina il tè possiede anche una azione stimolante sul sistema nervoso centrale contribuendo quindi ad allontanare la stanchezza fisica e mentale, agendo come tonico generale; sempre il tè è anche un ottimo diuretico grazie alla teofillina quindi, anche un aiutante per l'eliminazione delle scorie e dei liquidi in eccesso.

Per approfittare delle proprietà curative del tè verde potete cliccare sulla immagine della società Anastore.com per comperare un ottimo prodotto certificato e provato.

banner


Le migliori qualità di tè si ottengono utilizzando il germoglio apicale, la prima e la seconda fogliolina: l'uso delle foglie poste più in basso causa una notevole riduzione della qualità del tè ottenuto. in senso stretto, la parola tè, andrebbe riservata unicamente alla definizione di infusi preparati con le foglie della pianta nota come Camelia sinensis, ma nell'uso comune, la definizione di tè è stata estesa anche a infusi di altre piante. In Cina, la distinzione tra i tè viene fatta in base al colore del'infuso, tradizione assunta poi anche in occidente: esistono comunque moltissime varietà di tè che si differenziano per aroma, colore e sapore, caratteristiche derivanti dalla zona di produzione. 

Tè nero, il tè classico


Tutti i tè di cui parlo provengono dalla stessa pianta differenziandosi solo per il diverso tipo di lavorazione cui vengono sottoposte le foglie: prodotto soprattutto in India e nei paesi africani, ma anche in Cina nella variante affumicata, il tè nero ha un gusto forte e ricco di teina, perciò è stimolante. Dopo la raccolta, per ottenere tè nero, le foglie vengono esposte al sole e lasciate appassire. Quando sono ancora morbide, le foglie vengono arrotolate e poi lasciate fermentare in un luogo freddo e umido: ad opera di alcuni enzimi avviene così la trasformazione di alcune sostanze e la formazione di sostanze aromatiche, che conferiscono a tè l'aroma e il colore finale. Si procede, alla fine, alla torrefazione che scurisce ulteriormente le foglie. Se il processo di fermentazione è parziale (60-70%) e viene interrotto procedendo subito con l'essicazione si ottiene il tè Oolong, che significa "tè dell'albero del drago nero". I tè neri si differenziano tra loro soprattutto prendendo in considerazione le dimensioni delle foglie impiegate, contiene una buona quota di antiossidanti, anche se non come il tè verde. Di natura Yang, il tè nero ripristina l'energia del corpo, dà calore e stimola la concentrazione, un tè molto amato in Tibet, Cina e Mongolia, tutte regioni fredde. 

Il tè verde ricco di antiossidanti


Per il tè verde la fase di fermentazione che caratterizza il tè nero viene impedita grazie a un rapido processo di riscaldamento che fa evaporare la maggior parte dell'acqua contenuta nelle foglie: in questo modo vengono distrutte le sostanze (enzimi) responsabili della trasformazione. In assenza di fermentazione, il contenuto di sostanze antiossidanti e quindi polifenoli rimane pressoché inalterato, come il colore verde delle foglie. Il tè verde possiede infatti la maggior concentrazione di questi principi attivi rispetto a qualsiasi altro tippo di tè, oltre che un ottimo antiossidante il tè verde facilita il dimagrimento  (se bevuto in grandi quantità durante la giornata), agevola l'eliminazione dei liquidi in eccesso, agisce positivamente sulla circolazione del sangue e sull'intestino allontanando i germi dannosi e ripristinando la flora microbica intestinale. Pur esistendo ben 130 tipi di tè verde in Cina, quello che viene maggiormente esportato e di conseguenza a noi più noto è il tipo "Gunpowder" ossia "polvere di cannone", prodotto principalmente nella provincia dello Zhejiang, dalle caratteristiche foglioline verdi arrotolate su sé stesse, cosa che ne da il nome. La sua natura è intensamente Yin, utile nelle sindromi da eccesso di calore per esempio in estate o nelle febbri, allevia la stanchezza e non va preso la sera, ottimo invece come digestivo dopo pranzo.

Il tè bianco imperiale


il tè bianco viene descritto nel trattato sui tè dall'Imperatore Hui-Tsung (prima metà del XII secolo), questa varietà di tè veniva considerata una delle più rare e ricercate, tanto da meritarsi la denominazione di "tè imperiale", perché destinato solo alla famiglia imperiale e ai nobili. Considerato dalla dinastia Song la "bevanda dell'immortalità" questo tè viene ottenuto dalla raccolta dei germogli all'apice della piantina prima che si schiudano e lasciandoli poi appassire ed essiccare spontaneamente, senza sottoporli direttamente all'azione del calore. Per ogni tazza viene consigliata una dose doppia di tè, da infondere con acqua tiepida e non bollente e lasciando in infusione per circa 10-15 minuti. Prodotto in quantità ridottissime, solo una piccola parte di tè bianco raggiunge l'Europa, spiegando così il costo elevato. Ha proprietà Yin.

Il tè giallo con poca caffeina

Si tratta in realtà di un tè verde cinese, sottoposto a un particolare tipo di fermentazione: dopo essere stato torrefatto viene lasciato ossidare per 20 ore coperto con panni umidi, segue poi una leggera asciugatura. L'infuso assume una colorazione giallo arancio e un gusto deciso e amarognolo, che permane lungo la bocca. Pur essendo ricco di polifenoli, il suo contenuto di caffeina è minimo e si può bere anche alla sera. Il tempo di infusione 1-2 minuti: tra i tè gialli più noti e ricercati cito lo Yun Shan Yin Zhen, molto costoso. Ha proprietà Yin.

Il tè rosso


Il tè rosso si prepara utilizzando non solo le foglioline apicali ma anche le foglie completamente sviluppate, è un tè fermentato il cui gusto può essere distinto dal tè nero solo dagli intenditori. In Cina lo si degusta come fosse un vino tramite un preciso rituale, è considerato una bevanda che combatte il freddo, lo si beve caldo con un pizzico di cannella. Ha proprietà Yang, restituisce con dolcezza energia al corpo affaticato.

Per ulteriori informazioni sui tè potete leggere anche Il tè e le sue differenti caratteristiche