Google+ Rimedi naturali salute: Autismo ricerche e cure

24/03/14

Autismo ricerche e cure

Rimedi cure autismo glutammato
Rimedi e cure contro l'autismo

L'autismo è un disturbo particolarmente gravoso, in special modo per i genitori che si trovano a dover combattere con questo disturbo della personalità, ma forse una cura si può trovare anche se è ancora una ipotesi, valutata e provata da una mamma biochimica americana della BayArea sulla figlia che sembra guarita. Il problema dell'autismo? Il glutammato.


Ricerca e cura bambini autistici

Cosa è il glutammato? E' un composto chimico che si può rinvenire in tutto il cibo di origine cinese, ma che viene sempre più usato anche dalla industria occidentale per dare sapidità e gusto, in maniera chimica e a basso costo; il glutammato si trova nel 5% degli alimenti ma viene menzionato solamente nell'1% di essi. Dove si trova il glutammato: nelle proteine della soia, nel siero di latte, nell'amido di mais e molti altri alimenti. Come dicevo il glutammato viene usato dall'industria alimentare perché da sapore e aroma alle pietanze.

La storia di Katherine Reid, la biochimica di cui parlavo, comincia verso i due anni della figlia, dove quest'ultima cominciò a mostrare i primi segnali dell'autismo. Secondo la Reid, il glutammato è responsabile sia dell'autismo che di molti altri problemi neurologici: “Tutto risiede nell’equilibrio“, ha spiegato la Reid “perché nel nostro corpo abbiamo ricettori per il glutammato, ma tutto dipende dalla dose ingerita”.

Immediata è stata la risposta del giornale (venduto) del San Francisco Chronicle che ha provato ad attaccare la signora Reid, che ha voluto puntualizzare come non esistano prove scientifiche a riguardo della sua teoria, per questo la biochimica si è data immediatamente da fare per trovare delle possibili opzioni dietologiche alternative, specie quando a sua figlia è stata diagnosticata un moderato livello di autismo.

Per iniziare, la Reid, ha eliminato i latticini, il glutine e infine il glutammato, perché come lei stessa ha asserito, il glutammato è essenziale per l'apprendimento ma è necessario che la quantità di questa sostanza venga tenuta sotto controllo, limitandola, così che non interferisca con le funzioni dei neuroni. Dall'inizio della nuova dieta, la bambina è migliorata molto, nel linguaggio e nella comunicazione in generale, riuscendo anche a socializzare e ottenendo la scomparsa del comportamento ossessivo.

La Reid si è vista pressoché costretta ad aprire una associazione no profit, chiamata Unblind My Mind, per reperire i fondi per le ricerche e aiutare altri bambini e genitori nella sua stessa condizione, come sta facendo con i 75 bambini: i risultati non hanno tardato ad arrivare perché su questi bambini, 74 bambini hanno mostrato segni di forte miglioramento, grazie alla dieta specifica contro l'autismo ideata dalla ricercatrice.

Al di là del suo caso personale, la biochimica ritiene che dovremmo pensare all'organismo umano come un ecosistema con milioni di organismi che concorrono al mantenimento della sua salute, ma che allo stesso tempo possono trasformarsi in agenti patogeni. Naturalmente questa nuova teoria dovrà essere tenuta in serie considerazione da medici e scienziati che studiano l’autismo, sempre che non vogliano essere sbugiardati dai risultati ottenuti da ricercatori liberi come la signora Reid.