Google+ Rimedi naturali salute: Le leggi del dottor Hamer

12/10/13

Le leggi del dottor Hamer

Hamer le sue leggi mediche
Dottor Hamer G.

Le leggi scoperte dal dottor Hamer qui presentate per una comprensione facile e utile nell'uso della guarigione personale.

Le cinque leggi biologiche del dottor Hamer


Prima legge
Ogni shock biologico (DHS), quando grave, acuto, drammatico, inaspettato e vissuto in un senso di isolamento, genera nel corpo un Programma Speciale, Biologico e Sensato (SBS), che si verifica contemporaneamente sui tre livelli: Psiche – Cervello – Organo colpito. 

Seconda legge
L'andamento del Programma Speciale segue un decorso bifasico, per cui dopo un DHS inizia una fase definita del 'Conflitto Attivo' (CA), o simpaticotonica, seguita dopo la soluzione del conflitto (PCL: Post conflitto lisi), da una fase definita di 'riparazione', o vagotonica.

Terza legge
Gli organi del corpo umano sono raggruppati funzionalmente in base alla derivazione dai tre foglietti embrionali: endoderma, mesoderma ed ectoderma, correlati rispettivamente nel cervello al:
1 - tronco cerebrale (endoderma),
2 - al cervelletto (mesoderma antico) e al midollo spinale (mesoderma recente), 
3 - alla corteccia cerebrale (ectoderma).
Nella fase di conflitto attivo, gli organi che derivano dell’endoderma e del mesoderma antico collegati al tronco cerebrale e al cervelletto (cioè al paleoenecefalo: il cervello antico) producono un aumento di funzione o una proliferazione cellulare, mentre gli organi collegati al midollo e alla corteccia cerebrale provocano una riduzione di funzione o una perdita di sostanza
Nella fase di soluzione, viceversa, gli organi collegati al tronco cerebrale e al cervelletto (Paleoencefalo) tendono a riportarsi alla norma con una riduzione di funzione o con una riduzione/scomparsa della proliferazione sviluppata in fase attiva, mentre gli organi collegati al midollo e alla corteccia cerebrale (Neoencefalo) provocano una rigenerazione cellulare e normalizzazione di funzione.

Quarta legge
Quando inizia la fase di riparazione, funghi, batteri, micobatteri e virus presenti nel corpo umano si attivano nell’organo sede del conflitto. Seguono l’ordine del cervello proliferando o morendo a secondo del lavoro che sono chiamati a svolgere.

Quinta legge
Ogni malattia è un processo prevedibile che si attua e decorre come parte di un Programma Biologico e Sensato della Natura, come risposta a un conflitto.

I principali conflitti biologici

Del boccone: legato alla sopravvivenza è quel boccone (cibo, aria, luce, suono) che ritengo indispensabile per sopravvivere. Il conflitto nasce dalla mancanza, reale o virtuale, del boccone di cibo, di affetto, di luce, di voci, o di tutto ciò che è fondamentale per la nostra vita. L’affermazione tipica è: “Mi manca”.

D’attacco: legato alla difesa di noi stessi e alla nostra integrità. La persona si difende, cerca di proteggersi. L’affermazione tipica è: “Devo difendermi”.

Di svalutazione: relativo alla percezione della propria incapacità, vera o presunta, indotta o meno, di affrontare la vita, le situazioni, le sfide... Tipica affermazione è: “Non ce la faccio”.

Di territorio: legato alla protezione di ciò che è mio: spazi, cose, affetti. Tipica affermazione: “E’ mio”.

Le parole chiave della medicina di Hamer


DHS: Sindrome di Dirk Hamer, così chiamata in memoria del Figlio Dirk morto nel 1978 a seguito di colpi di arma da fuoco sparati sull’isola di Cavallo.

SBS: programma speciale biologico sensato della natura.

Sistema Nervoso Autonomo: è costituito dal sistema simpatico e dal parasimpatico. Regola le funzioni “autonome”, involontarie, che avvengono anche se non ne siamo consapevoli e funziona secondo un ritmo costante (circadiano). 

Simpaticotonia: condizione in cui è prevalente l’azione del sistema nervoso simpatico. Ha effetti ipertensivi, vasocostrittori (su cute e mucose), vasodilatatori (su polmoni e arterie coronariche), metabolici (causa iperglicemia), cardiotonici (aumenta la forza contrattile del cuore e la frequenza del battito). Quando siamo in simpaticotonia siamo nelle condizioni fisiche per poter gareggiare, difenderci, attaccare, scappare. 

Vagotonia: condizione opposta alla simpaticotonia. In vagotonia è prevalente l’azione del sistema nervoso parasimpatico che provoca rallentamento del battito cardiaco, vasodilatazione periferica e diminuzione della pressione arteriosa, tendenza alla sudorazione, alla ipersecrezione lacrimale, salivare, gastrointestinale, con attività respiratoria ridotta. Quando siamo in vagotonia siamo in fase di riposo, come accade anche nel sonno.

Crisi epilettoide (CE): è l’evento che separa la fase A (simpaticotonia) dalla fase B (vagotonia) e consiste in un breve ritorno alla fase simpaticotonica. La sua manifestazione più o meno grave è legata alla gravità del conflitto ed al tessuto coinvolto (può essere, ad esempio, uno starnuto, un episodio di vomito, una colica, un crampo muscolare, ma anche una crisi motoria tonico-clonica, un coma epatico, un infarto etc.). La sua funzione è quella di espellere i liquidi trattenuti. Le CE possono passare inosservate ma possono anche essere pericolose per la vita.

Conflitto biologico: corrisponde alla percezione che qualcosa minaccia, in maniera inaspettata, una funzione dell’organismo. Ad esempio, un boccone che rimane sullo stomaco e non può essere digerito, oppure quando l’integrità del corpo viene attaccata, oppure quando l’organismo non ce la fa a fare qualcosa di vitale importanza, eccetera. Nel momento in cui l'organismo percepisce che il boccone non può essere digerito partirà una risposta biologica automatica (SBS) per far fronte a tale evenienza: nel caso del boccone, anche a seconda delle sue “dimensioni”, potremo avere un semplice aumento della secrezione gastrica fino ad arrivare alla proliferazione cellulare per poter avere più cellule in grado di digerire.



Maria Grazia Palmeri
Medico Chirurgo, lavora in reparti di cardiologia, unità coronarica, terapia intensiva e pronto soccorso. Da sempre si interessa di “altre” medicine. L’obiettivo è sempre quello di curare la persona al meglio.