Google+ Rimedi naturali salute: Combattere l'obesità

13/09/13

Combattere l'obesità

rimedi di natura contro obesità
Obesità rimedi naturali
L'obesità è un problema da non sottovalutare, che deve essere diagnosticato e trattato dal medico e da personale qualificato, alcune piante, in particolare l'elicriso, sono ottime coadiuvanti nelle diete, ma si sconsiglia in fai da te. 

Curare obesità 



L'obesità è, nella maggior parte dei casi, il risultato di uno squilibrio energetico, cioè di un disavanzo calorico alimentare e il consumo di energie. Quando il peso del corpo supera il 10-20% di quello teorico, riferito all'età, all'altezza e al sesso, si parla di sovrappeso; quando il peso supera il 20-22% quello teorico, si parla di obesità vera e propria. Un aumento di peso decisamente elevato necessità dell'intervento del medico specialista, sia per stabilirne le cause (soprattutto dove l'aumento di peso si sia verificato per scompensi ormonali) sia per impostare la terapia più adatta a seconda del caso: qui vorrei aprire una parentesi. 

Spesso molti medici usano tabelle e cure fisse per persone differenti, in questi casi dico che  non c'è professionalità se non per il fatto che i medici in questione lo fanno per lavoro. Ogni dieta deve essere calcolata sulla persona controllando anche gusti, allergie eventuali anche non riscontrate, intolleranze alimentari, ecc, ecco perché le diete tutte uguali dove l'unica cosa che si varia (quando accade) sono i grammi di alimento. Inoltre la maggior parte delle volte il sovrappeso deriva solo dal fatto di non muoversi a sufficienza oppure per crisi depressive che sarebbe bene far seguire da uno specialista, ma questo non accade mai. Se l'obesità è dovuta a sovralimentazione o a disordine alimentare, la cura si basa su una dieta in gradi di ripristinare l'equilibrio tra l'introduzione dei nutrienti e il consumo energetico. Buoni risultati si ottengono associando alle diete, piante come l'elicriso, che migliora il metabolismo stimolandone il funzionamento e accellerando l'eliminazione delle scorie. 

Elicriso (Helichrysum italicum)

L'elicriso, tra le tante proprietà, svolge una azione stimolante sul metabolismo e favorisce l'eliminazione delle tossine dai vari tessuti, agendo sia sul funzionamento del fegato, sia su quello dei reni e, in generale, sul ricambio. L'uso di questa pianta dà una sensazione di benessere generale e aiuta a far scomparire tutta quella serie di fastidi che inevitabilmente compaiono con l'aumento del peso. La tisana da bere durante il periodo di dieta comprende, oltre all'elicriso, l'issopo e la gramigna, la cui azione, sinergica rispetto a quella della pianta principale, si esplica soprattutto sul ricambio. Questo le rende indicate tutte le volte che l'aumento di peso è associato a gonfiori alle estremità e riduzione della diuresi. 

Con le piante si prepara un decotto, facendo bollire 4 cucchiai di miscela in un litro di acqua per quindici minuti dopo che ha cominciato a bollire e poi filtrando. Si beve durante la giornata anche diluito con acqua. Il periodo migliore per iniziare una dieta dimagrante non è certo l'estate, quando il caldo è eccessivo, la pressione tende a diminuire e l'eliminazione di sali attraverso il sudore è superiore alla norma, neppure l'inverno è il momento migliore, perché le feste natalizie rappresentano, inevitabilmente, una forte tentazione per la gola. I periodi ideali sono le stagioni intermedie, l'autunno e la primavera, durante il cosiddetto "cambio stagionale": di regola, i risultati migliori si ottengono alternando due settimane di dieta stretta a due di mantenimento, fino al raggiungimento del peso ideale. 

Dieta non deriva dal fatto di mangiare poco ma dal sapere come mangiare meglio e cosa, quanto, come, mangiare: molti sentono riferirsi alle diete come torture di privazione per perdere peso ma questo è sbagliato, forse perché indotti dai medici stessi, spesso impreparati o inadeguati per il compito, a insegnare al paziente cosa sia la vera dieta. Per insaporire la dieta senza far troppo uso di sale, che aumenta il ristagno di acqua nei tessuti, si possono usare le spezie o certe sostanze a bassissimo apporto calorico ma eccezionali anche a livello salutare come l'aceto di mele, l'aglio, l'alloro, l'aneto, il basilico, la cannella, i capperi, il cardamomo, la curcuma, il curry, l'erba cipollina, i semi di finocchio, i chiodi di garofano, la ginestra, il limone, il macis, la maggiorana, la menta, la noce moscata, l'origano, il pepe nero, il pepe verde, il peperoncino, il prezzemolo, il rafano, il rosmarino, la salvia, la santoreggia, lo scalogno, il timo volgare, lo zafferano, lo zenzero.

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Dimagrisci senza Dieta di Debora Conti