Google+ Rimedi naturali salute: Aspirina naturale olio Niaouli

16/06/13

Aspirina naturale olio Niaouli


Niaouli aspirina naturale
Pianta di Niaouli
 Il niaouli è una pianta australiana che racchiude delle potenti sinergie per sostituire naturalmente l'aspirina che solitamente in occidente prendiamo e che ha effetti collaterali anche gravi.


Olio di Niaouli aspirina naturale 


Ricavata da un piccolo albero originario dell'Australia quest'olio di niaouli agisce a 360° contro i virus: è ilgrande classico dei mesi freddi. L'influenza con il suo corollario di dolori, febbre, mal di gola, sarà sempre il top della classifica delle malattie di stagione e ogni anno è sempre più forte o forse sono gli esseri umani a essere sempre più deboli verso certi agenti patogeni. Come sempre chi ha maggiore iniziativa decide per tempo di partire in difesa organizzando le sue "manovre" di battaglia per anticipare le mosse della malattia così da trovarsi preparato. In questo può tornare molto utile l'olio essenziale di niaouli (Malaleuca viridiflora) utile alla bisogna anche se si dovesse essere arrivati tardi trovandosi già ammalati. L'olio essenziale di niaouli si ricava dalle foglie e dai ramoscelli di un piccolo albero dell'Australia e della Nuova Caledonia. 

Di fronte all'influenza la prima azione utile di questo rimedio è quella di rinforzare il sistema immunitario aumentando la produzione di globuli bianchi le nostre difese contro il virus, agisce poi contro tutti i sintomi propri della sindrome influenzale proteggendo le vie respiratorie e stimolando la sudorazione attraverso la quale il corpo si purifica dagli agenti infettivi, esattamente come succederebbe assumendo l'aspirina chimica da farmacia solo senza gli stessi effetti deleteri sui reni e il fegato. Per le sue proprietà corroboranti l'olio di niaouli è utile anche negli stati di indebolimento.

L'olio di niaouli ha un effetto ad ampio spettro come si diceva all'inizio verso i virus dell'influenza, ai primi sintomi quando si sentono i brividi, si percepisce la febbre o la cefalea tipica, fare un pediluvio molto caldo con 5 gocce di olio di niaouli frizionando la pianta dei piedi per favorire l'entrata in circolo dei principi attivi. Contro le affezioni delle vie respiratorie che accompagnano l'influenza si possoo fare suffumigi inalandone i vapori o utilizzando l'olio di niaouli, un paio di gocce in due cucchiai di olio di mandorle, per un massaggio sul torace che favorisce l'espettorazione del catarro. E' possibile anche l'assunzione per via interna: metterne una goccia in un cucchiaino di miele e prenderlouna o due volte al giorno fino al miglioramento dei sintomi. 

L'olio di niaouli è adatto anche ai bambini perché ben tollerato e meno irritante di altre essenze, basta usarlo nel vaporizzatore o metterne una goccia in un olio neutro aggiungendo anche una goccia  di essenza di lavanda che aumenta la forza del'olio di niaouli, il tutto verrà usato per massaggiare il petto del piccolo (evitare di usare questa tecnica con bambini di età inferiore ai tre anni chiedere consiglio al proprio medico e al proprio erborista di fiducia).