Google+ Rimedi naturali salute: Baobab l'albero farmacista

06/05/13

Baobab l'albero farmacista

curarsi col baobab frutti medicina
Albero Baobab

E' la nuova promessa per combattere l'invecchiamento. Dopo aver conquistato gli sportivi (sembra che molti, dal ciclista Damiano Cunego al pilota di formula uno Rubens Barrichello, non rinuncino alla loro manciata quotidiana di semi di questa pianta). 

Baobab farmacia della natura



Le virtù antiossidanti del baobab escono allo scoperto: ne hanno parlato ricercatori e medici in un convegno tenutosi a Roma, dove sono stati presentati i risultati di uno studio svolto all'Asl 3 di Napoli, che arrivano a distanza di un paio di anni da un'altra ricerca italiana sullo stesso tema, svolta dall'università di Ferrara (ma nel mondo sono un'ottantina le sperimentazioni in corso). La polpa del frutto, i semi, i fiori e le foglie di questa pianta africana rappresentano una fonte naturale di principi nutrizionali essenziali e hanno evidenziato la capacità di prevenire i radicali liberi, di combatterne la formazione e di neutralizzarne gli effetti nocivi.

L'Adansonia Digitata (questo è il nome scientifico del baobab) è un solido e poderoso albero originario dell'Africa centrale, che cresce in aree desertiche e rocciose e può raggiungere i 20 metri di altezza. Il tronco, morbido e poroso, accumula grandi quantità di acqua, che gli permettono di resistere anche a periodi di grande siccità e di vivere normalmente 500 anni. E' una pianta dai molteplici usi: dalla corteccia si ricavano fibre tessili; il tronco viene usato come serbatoio per l'acqua; il guscio dei frutti come contenitore; dal polline dei fiori si ottiene una colla; con il legno si fanno canoe, piatti e utensili vari. Le foglie, la corteccia e il frutto vengono anche utilizzati sia a scopo alimentare sia per applicazioni medicinali. Gli africani lo chiamano "albero farmacista" proprio per le sue numerose e potenti proprietà benefiche, che sono attualmente oggetto di studio della medicina tradizionale.

I semi 

Sono ricchi di proteine, vitamina 81, minerali e betacarotene,grazie al quale svolgono un'azione antiocsidante.

Le foglie 

Sono un'ottima fonte di sali minerali (soprattutto calcio e fosforo), di aminoacidi e betacarotene. Hanno proprietà i antiossidanti, antimicrobiche ed emollienti.

I frutti 

Quando è maturo, il ftutto misura da 10 a 40 centimetri e presenta al suo intemo una polpa biancastratanto farinosa da sembrare quasi secca, dal sapore leggermente acidulo. La polpa è suddivisa in 8-10 piccoli spicchi da filamenti fibrosi, in cui sono contenuti i semi. Da qui il nome della pianta, che deriva da "bu-hibab", termine arabo che significa frutto dai molteplici semi. La polpa rappresenta un 842% del peso totale del frutto ed è la parte nutrizionalmente più interessante del baobab: in 100 g sono presenti circa 75,6g di zuccheri e 2,3 g di proteine. Rappresenta, inoltre, una preziosa fonte naturale di numerosi principi essenziali. Ecco i più importanti.

La ricerca condotta dal Dipartimento di Scienze Farmaceutiche di ferrara si è incentrata sulla capacità antiossidante dei derivati del Baobab, che è stata messa a confronto con altri frutti notoriamente ricchi di sostanze nutrienti atte a combattere tumori e problematiche croniche come kiwi, arancia e mela. I risultati hanno indicato che i frutti del Baobab ha rilevanti proprietà antiossidanti ed è più attivo rispetto agli altri prodotti testati in parallelo, per questo si ritiene che il Baobab sia una buona materia prima per lo sviluppo degli integratori dalle finalità cosmetiche e nutrizionali. 

C'è un mix ideale per il combattimento degli effetti del tempo che si compone di Baobab come elemento primario, seguito dalla vitamina C di cui il frutto in questione è molto ricco (300 mg di vitamina C per 100 gr di frutto, quasi sei volte il contenuto di 100 gr di arance). Un altro elemento antiossidante attivo perr il miglioramento della pelle è il betacarotene o provitamina A (che l'organismo trasforma in vitamina A) avente un effetto emolliente e idratante poiché favorisce la ricrescita dei tessuti. 

C'è poi il calcio che aiuta a rendere elastica la pelle potenziando il collagene ma ci sono anche il fosforo e il potassio che nutrono le cellule. L'efficacia antiossidante della polpa di baobab si deve anche alle vitamine del gruppo B , in particolare della vitamina B2 che mantiene integre le cellule dell'epidermide. Si trova anche l'acido alfa-linoleico, un acido grasso polinsaturo della famiglia degli Omega-3 che contribuisce a regolare il livello di trigliceridi nel sangue riducendo il rischio di malattie cardiovascolari. 

La polpa del frutto del Baobab è ricca anche di fibre (45% del frutto) cosa che aiuta l'organismo ad espellere le tossine tramite le feci pulendo il nostro organismo da tutti i veleni che introduciamo nel corpo. Il Baobab è potenzialmente utile per mantenere lo stato di salute o come aiuto nella cura di condizioni di stress ossidativo, come quelle che sl riscontrano in fumatori, sportivi o persone che vivono situazioni di particolare affaticamento.

Per disintossicarsi

La depurazione passa attraverso la lotta ai radicali liberi, perché con l'età l'organismo produce sempre meno difese contro queste molecole aggressive e per questo va aiutato con gli alimenti giusti, come il fnrtto del baobab.

Per favorire la digestione

Per digerire meglio ed evitare i gonfiori addominali basta bere, men'ora prima dei pasti, un bicchiere d'acqua dove è stato fatto sciogliere un cucchiaino di polvere di baobab.

Per limitare l'appetito

Per aiutare a tenere sotto controllo la fame se si segue una dieta ipocalorica si può cenare con 5 g di polvere di baobab sciolti in 500 ml di acqua.

Per combattere la stitichezza

In caso di stipsi può essere un valido metodo per risvegliare l'intestino. Basta miscelare due cucchiai di polvere di baobab in un vasetto di yogurt e consumarlo la sera, prima di andare a letto.