Google+ Rimedi naturali salute: Reishi il fungo dell'immortalità

16/04/13

Reishi il fungo dell'immortalità



curarsi medicina alternativa cinese
Fungo Reishi


Un altro ritrovato antichissimo che proviene dall'Oriente, più precisamente dalla Cina millenaria, dove un fungo viene usato per curare e "ringiovanire" l'organismo.


Fungo Reishi immortalità


Ancor più del ginseng, il fungo Reishi è il vero protagonista della medicina tradizionale cinese: forte di un impiego millenario, questo vegetale, conosciuto anche come Ganoderna Lucidum o Ling Zhi (che significa "fungo miracoloso"), viene proposto da sempre in innumerevoli ricette per i più svariati disturbi. Il suo nome è legato all'idea di immortalità, di elisir di lunga vita, ed era un rimedio classico della medicina taoista (i monaci lo indossavano come amuleto).

È il rinvigorente per eccellenza, dotato di potente attività immunostimolante e per questo consigliato alle persone debilitate per riprendere vigore, ma anche, come accade ancora oggi, come medicina preventiva a tutti gli effetti. La fitoterapia moderna ha riconosciuto in questo fungo la presenza di composti ad elevata attività biologica, ma ben bilanciata e armoniosa: il consumo, all'interno delle dosi appropriate, è da considerarsi sicuro.

Insieme ad altre erbe, il Reishi viene utilizzato per contrastare malattie come le allergie, le infezioni, la pressione alta, il colesterolo alto, l'asma, le bronchiti, per depurare il fegato, eccetera, e persino come complemento alla terapia dei tumori o dell'AIDS. Si tratta però di interventi che richiedono una guida specialistica. La vera forza del fungo consiste nella capacità di attivare il sistema immunitario, di potenziare le difese dell'organismo, non è un caso che, negli ospedali cinesi, si sia affermato come ricostituente dopo cure impegnative.

Ma, ancor di più, anche grazie alle sue proprietà antiossidanti, l'impiego regolare di Ling Zhi si configura come anti-età e agente preventivo delle comuni malattie del benessere. A questo scopo, partendo dal Giappone e dalla Cina, si è diffuso l'impiego del Reishi anche in Occidente. Si ritiene, inoltre, che usato "candidamente", induca strati più profondi di meditazione. Non c'è dubbio che, anche senza gridare al miracolo come aiuto al raggiungimento dell'immortalità, questo fungo rappresenti un rimedio di eccelsa tradizione e di grandi potenzialità.

Come usare il fungo Ling Zhi

Si propone come integratore alimentare per il consumo regolare (0,5-1 g al giorno). L'obiettivo è di sfruttare la sua azione tonica e disintossicante, ricostituente e preventiva a largo raggio. A questo scopo in commercio nelle erboristerie, nelle farmacie di sul Web, lo troviamo più di frequente in due forme:

1- Polvere
Da assumere ogni giorno, nella quantità di un cucchiaino raso in poca acqua, va lasciato in ammollo alcune ore, poi si beve tutto. Con la polvere, possiamo anche preparare una tisana.
2- Tè di Reishi

Soprattutto in Cina il fungo viene proposto in bustine pronte all'uso, si versa sopra l'acqua bollente si beve quando torna a temperatura ambiente. Il sapore del tè Reishi non è però molto gradevole.