Google+ Rimedi naturali salute: Coltivano vaccini in feti abortivi

29/10/12

Coltivano vaccini in feti abortivi

coltivazione vaccini feti morti

 Vaccini vengono coltivati in corpi e dna di feti morti abortivi, la verità viene a galla

vaccini  cause autismo


Nelle ultime settimane è sorto un grosso problema sollevato dalla ricercatrice Helen Ratajczak che lavorava presso la Boehringer Ingelheim Pharmaceuticals, un problema che ha sollevato un pesante dibattito inerente la ricerca sull'autismo, che vorrebbe trovare le cause di questa sindrome revisionando gli studi interessati dal problema riguardo le cause ambientali di questa patologia tra le quali i vaccini e tutti i loro componenti, ma ciò che ha fatto scatenare tutto il marasma è stato un elemento messo in luce, e che sembra essere sfuggito ai più è l’uso di cellule embrionali abortive nella produzione di vaccini. il canale televisivo della CBS News ha riportato che la dottoressa Ratajczak ha riferito che nel momento in cui i produttori hanno dovuto eliminare il Thimerosal dai vaccini, cosa non accaduta con i vaccini anti influenzali che ancora lo contengono, hanno iniziato a produrre vaccini usando tessuti umani, cosa che interesserebbe attualmente 23 dei vaccini in produzione. 

La dottoressa ha discusso l'aumento di casi di autismo proprio con l'introduzione di DNA umano nel vaccino MMR, e suggerisce che le due cose potrebbero essere collegate. Nella revisione dello studio vi sono parole che difficilmente potrebbero passare inosservate a chiunque e che rivelano i lati oscuri della lobby Big Farma ovvero "..allevato in tessuti fetali umani", mentre a pagina 70 si può leggere di come l'usanza di allevare il vaccino per la varicella in tessuti umani abbia già nel 1995 fatto aumentare l'incidenza di casi di autismo. Nessuno sa che le cellule dicoltura umana usate per i vaccini, appartengono a feti abortivi da decenni ormai e chi lli produce è felice che la popolazione continui a non sapere perché questo diverrebbe un problema di immagine per le aziende. Il vaccino contro la varicella non è l’unico prodotto in questo modo e, secondo il Sound Choice Pharmaceutical Institute (SCPI), i seguenti 24 vaccini sono prodotti usando cellule provenienti da feti abortivi e/o contenenti DNA, proteine, o frammenti cellulari di colture di cellule coltivate derivate da feti umani abortivi:

Polio PolioVax, Pentacel, DT Polio Absorbed, Quadracel (Sanofi)
Measles, Mumps, Rubella MMR II, Meruvax II, MRVax, Biovax, ProQuad, MMR-V (Merck)
Priorix, Erolalix (GlaxoSmithKline)
Varicella (Chickenpox and Shingles) Varivax, ProQuad, MMR-V, Zostavax (Merck)
Varilix (GlaxoSmithKline)
Hepatitis A Vaqta (Merck)
Havrix, Twinrix (GlaxoSmithKine)
Avaxim, Vivaxim (Sanofi)
Epaxal (Crucell/Berna)
Rabies Imovax (Sanofi)

Tanto per essere completi, vorrei dire riguardo alla dottoressa Ratajczak, che ha pubblicato come autrice o coautrice, 41 articoli articoli scientifici a volte “castrati dagli interessi delle case farmaceutiche“, è stata anche coautrice nel 2006 di uno studio per l’FDA e, nello stesso anno, è stata eletta Presidente della sezione Nord Est dell’Istituto di Tossicologia. Una scienziata seria e rispettata che ha dichiarato apertamente alla CBS: “ora che sono in pensione posso scrivere ciò che voglio“. Beh non si può certo dire che non abbia mantenuto la parola.