Google+ Rimedi naturali salute: Usi terapeutici dell'argilla

30/09/12

Usi terapeutici dell'argilla

argilla curativa malanni malattie

 rimedi malanni argilla

L'argilla può essere usata per molteplici malanni infatti è un rimedio come detto in altri post, utile per quasi tutto e a basso costo, qui descriverò alcuni dei suoi utilizzi.

Qui di seguito rispettando un certo ordine alfabetico, riporto alcune delle principali patologie  che trovano giovaamento con l'argilloterapia.

Acidità gastrica, ipercloridrica

Questa patologia colpisce spesso coloro che mangiano frettolosamente, conducono una vita stressante o soffrono di affezioni quali colecistopatie, gastrite, duodenite, ecc, è consigliabile stare quindi attenti alla propria alimentazione e masticare molto lentamente e con cura quando si mangia. Bevete lontano dai pasti principali dell'argilla ventilata (1-3 cucchiaini in 3/4 di bicchiere d'acqua) con l'aggiunta di polvere di liquirizia (attenzione a non essere ipertesi nell'assumere liquirizia).

Acne, Comedoni

Colpisce spesso i giovani ma in certi casi può colpire anche persone adulte che hanno finito lo sviluppo. Può essere generato da scompensi ghiandolari, eccesso di produzione di sebo, dieta scorretta, sovrappeso, ma anche da fattori che devono essere indicati da un medico. Tenete ben pulita la parte evitando però sostanze alcoliche che tendono a seccare la pelle oltre a peggiorare la situazione.

Applicate due o tre volte la settimana delle compresse di acqua argillosa cui avrete aggiunto delle piccole quantità di zolfo naturale (reperibile in erboristeria) in polvere, lasciate essiccare e dopo venti minuti circa lavate con acqua pura e applicate il succo di 1 limone usando un batuffolo di cotone imbevuto e picchiettando lievemente sulla pelle. Contemporaneamente assumete ogni mattina del lievito di birra (20 grammi) e alla sera prima di coricarvi argilla per via orale (1-2 cucchiaini diluiti in acqua come descritto nei post precedenti).

Aerofagia, meteorismo

E' un altra di quelle patologie che di solito ha origini nervose o in alcuni casi, deriva dal fatto che si sia intolleranti a certi cibi. Bevete argilla ventilata almeno un ora prima dei pasti principali (1-3 cucchiaini in 3/4 di bicchiere d'acqua), è consigliabile anche l'assunzione di carbone vegetale, oltre al fatto che sarà bene cominciate a masticare bene quando mangiate.

Afonia

E' la perdita totale o parziale della voce, oltre a essere di natura organica può essere funzionale o causata da alcune malattie, quindi chiedete sempre al medico come per tutti i consigli qui riportati. Applicate dei cataplasmi d'argilla fredda dello spessore di due centimetri direttamente sulla pelle della gola e rinnovateli il più spesso possibile nel corso della giornata, eseguite frequenti gargarismi con acqua argillosa arricchita con limone o decotto di foglie di rovo, e sentite il pare del medico.
E' utile bere più volte durante la giornata del succo di carota fresco (non industriale) addolcito col miele (un cucchiaino) naturalmente non fatelo se siete diabetici.

Albuminuria

E' la presenza di albumina nelle urine, conseguenza quasi esclusivamente di patologie o affaticamento dei reni. fate bollire per 5 minuti 50 grammi di foglie di betulla, togliete dal fuoco e aggiungete 5 grammi di bicarbonato di sodio. Lasciate raffreddare, filtrate, poi riempite per 3/4 un bicchiere nel quale scioglierete 1 cucchiaino di argilla ventilata: bevete 3 bicchieri al giorno lontano dai pasti. Potete anche applicare due volte al giorno sui reni dei cataplasmi freddi d'argilla arricchiti con succo di cavolo, mentre in presenza di coliche i cataplasmi devono essere caldi. Ricordate che è necessario controllare anche l'alimentazione e se il disturbo persiste consultare un medico.


Per approfondire la tematica sull'uso dell'argilla potete leggere anche le informazioni che potete trovare nel menu del mio sito uomomedicina.it